Ecco ci siamo. E’ arrivato il momento di un post dedicato tutto a Lecce, il mio capoluogo di provincia, la città dove sicuramente ho camminato di più nella mia vita. I miei passi, fatti nel suo bellissimo centro storico, sono ormai incalcolabili.

Lecce

Lecce

Posso dire di conoscerla bene, ma Lecce ha un potere straordinario, e cioè quello di stupirti ancora dopo anni. Si proprio così. E’ una città piccola, con un centro storico non molto esteso. Mi illudo sempre di aver visto tutto, ma in realtà non è così. Camminando nei suoi vicoli, mi succede spesso di guardare verso l’alto e di scoprire ancora oggi nuovi particolari, decori architettonici, balconi, cupolette, finestre meravigliose, stemmi e simboli di nobili famiglie. Per non parlare delle chiese, tante, troppe da memorizzare. Sono tutte così importanti che bisognerebbe specializzarsi solo in questo studio. Molte volte, camminando, mi fermo a guardare ancora meravigliata queste incredibili facciate barocche, e in contemplazione penso: “Ma che splendore!”. Insomma tutte queste chiese, i palazzi nobiliari, le colonne angolari, i portali, i frontoni, campanili, per poterli ammirare bene, richiedono assolutamente uno sguardo attento all’insù, mentre si cammina.

Lecce
 
Le mie ultime scoperte ad esempio? Un palazzo arabesco in pieno centro storico (via Beccherie Vecchie), con una torre nel giardino molto simile ad un minareto.

LecceLecceLecce

Ora, vorrei darvi qualche consiglio nel caso in cui vi trovaste in giro nei vicoli di Lecce. Le foto, postate di seguito, rappresentano i miei edifici preferiti, osservati a testa in su, ma di bellezze da scoprire ce ne sono davvero tante. Sotto ogni foto vi segnalo anche la via, dove poter trovare queste meraviglie. Non riporto il numero civico, perché sta a voi essere attenti e aguzzare la vista, per trovare questi piccoli grandi tesori!

Lecce
La Chiesa di San Matteo, in via Federico d’Aragona, dalla particolarissima superficie convessa.

 

Lecce
La Chiesa di Sant’Irene, in via Vittorio Emanuele II, con il suo incredibile frontone.

 

Lecce
Ovviamente non può mancare il prospetto settentrionale della Cattedrale della città, in Piazza Duomo.

 

Lecce
La Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, presso il cimitero monumentale, è una delle testimonianze più incredibili della città.

 

Lecce
La Chiesa e Convento delle Scalze, in Piazzetta Mariotto Corso, con la scultura di S. Michele Arcangelo che atterra il demonio.

 

Lecce
La Chiesa del Carmine, in Piazza Tancredi, con la sua facciata ricca di festoni e statue

 

Lecce
Sempre in Piazza Tancredi, si trova questo singolare balcone con arco.

 

Lecce
Uno dei tanti eleganti e romantici balconi del centro storico, in Piazzetta San Giovanni dei Fiorentini.

 

Lecce
Balcone con mensole e cornicioni in pietra leccese, con vista Duomo, in via Vincenzo Morelli.

 

Lecce
L’albero più grande della città (dopo quello conservato nell’Ex Conservatorio Sant’Anna), in Vico Dei Sotterranei. Mi raccomando guardate sempre in alto, altrimenti non lo scorgerete!

 

Lecce
LecceLecce
Le mie colonne angolari preferite: la prima in via Marco Basseo, la seconda in via Guglielmo Paladini, e l’ultima in via Francescantonio Piccinni.

 

Lecce
L’edicola con scultura più bella (a mio avviso) della città, collocata sotto uno splendido balcone di gerani, in via Carlo Russi, affianco la Chiesa delle Scalze.

 

LecceLecce
I meravigliosi balconcini di Piazzetta dell’Arte della Stampa, un posto poco frequentato dai turisti, ma che rappresenta al meglio il fascino e l’eleganza del centro storico leccese.

 

Tutta la città merita un’attenta visita, e numerose lunghe camminate, ma la strada che richiede più attenzione e concentrazione, e dove non si dovrebbe mai abbassare lo sguardo, è via Giuseppe Libertini. Questa via collega l’antica Porta Rudiae a Piazza del Duomo, e presenta edifici ecclesiastici importantissimi, portoni di palazzi seicenteschi impreziositi da decori unici, portali, balconi con fiori in festa, fino poi ad arrivare ai bellissimi propilei, posti all’entrata di Piazza Duomo.

LecceLecceLecceLecce

 

Un ultimo consiglio: se la sera vi perdeste nelle movimentate vie del centro, e per caso incontraste un diavoletto…

Lecce

… correte il giorno dopo nella bellissima Piazza Sant’Oronzo, e fatevi benedire dal Santo patrono della città, sempre rigorasamente a testa in su!

Lecce

 

 

Related Posts

Da qualche mese il blog è stato messo un po’ da parte. E questo non va bene, perché al mio piccolo...

Domenica scorsa è avvenuto il terzo incontro ufficiale di #MadeForWalking ed è successo qualcosa di...

Di solito non scrivo mai subito dopo una camminata o un viaggio. Lascio passare del tempo per far...

4 Comments
  1. Camminare col naso all’insù…. con lo sguardo teso al cielo…. perchè il meglio arriva sempre dall’alto…come una pioggia improvvisa che tutto purifica e lava…. è il mio modo preferito di scoprire i posti che vivo e visito. Brava Lucy!! Post Stupendo!

  2. incantata….. <3 brava la lucy mia!!!

  3. Grande Lucy!

    Lecce è una città che ti permette di essere sempre “un curioso visitatore”…anche se la conosci da anni, decenni!

    Consiglierò la lettura di questo post a tutti gli amici che quest’anno sceglieranno il Salento per le loro vacanze.

Leave a Reply

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.