E’ passato un po’ di tempo dall’ultimo post, ed è passato anche un po’ di tempo dall’ultima camminata fra amici. E’ arrivato un momento importante per #MadeForWalking e per questo blog, tanto da prendere una piccola pausa. E’ il tempo di fare un salto, di dare ancora più senso a tutti quei piccoli passi fatti finora. Ho sempre quasi scritto al plurale nei miei post, perché ho avuto la fortuna di avere dei bei compagni di cammino al mio fianco, e con i quali ho condiviso le scoperte fatte lungo la strada. Ma questo post è tutto mio. Ho fatto un passo verso la realizzazione di un piccolo grande sogno, e cioè quello di far divenire una passione un lavoro, qualcosa di concreto.

#TakeWalksInPuglia

#TakeWalksInPuglia

Da qualche mese sto lavorando a un progetto dal nome “Take Walks In Puglia”. Il progetto è stato finanziato da un bando della Regione Puglia, indetto dall’agenzia regionale A.R.T.I. e sarà realizzato grazie alla collaborazione con il tuo operator Chiriatti Tour che, da anni, si occupa di incoming in Puglia.

Il progetto “Take Walks In Puglia” ha lo scopo di creare pacchetti di viaggio “camminati” in Puglia. L’obiettivo è quello di diffondere la cultura del viaggio a piedi, perseguendo un modello di viaggio sostenibile, e creando itinerari che uniscano due o più località pugliesi.

“Take Walks In Puglia” prediligerà destinazioni non comuni sul territorio regionale, luoghi e contesti incontaminati, ma anche territori pieni di storia e beni culturali, da visitare lentamente a piedi, proponendo inoltre l’incontro con la popolazione autoctona, vera erede del patrimonio culturale delle località attraversate. Il tutto rigorosamente a piedi! Si cercherà, infatti, di non usare quasi mai mezzi di trasporto, come navette e pullman.

#TakeWalksInPuglia

#TakeWalksInPuglia

#TakeWalksInPuglia

Mi è stata concessa una bella occasione, ma le difficoltà sono tante. La più grande? E’ dover rispondere a frasi del tipo: “Non venderai mai questi pacchetti”, “Ma chi è disposto a pagare per un viaggio del genere”, “I turisti cercano altro”, “Questo non è un pacchetto vacanza, ma un incubo”. La mia stessa mamma mi guarda con una faccia dove scorgo ancora una leggera smorfia, che vuole dire: “Ma quando smetterai di sognare, e penserai a trovarti un lavoro più stabile?”.

Ma come in ogni cosa, c’è sempre anche il risvolto positivo. Il lato più interessante, infatti, di tutto questo progetto? La possibilità di conoscere delle grandi belle persone, che con me condividono la passione del camminare, e con le quali sto costruendo itinerari mozzafiato (quanta modestia).

IMG_20150226_123849

#TakeWalksInPuglia

#TakeWalksInPuglia

IMG_20150323_020456

E’ quindi giunto il momento di dimostrare a tutti che viaggiare a piedi è il modo più autentico di avvicinarsi ad una comunità, di sentire addosso un paesaggio, di seguire profumi e colori di una terra. Viaggiare a piedi è il modo più facile per ritornare all’essenziale. Non esistono valigie, ma solo zaini con poche cose dentro. Viaggiare a piedi è il modo più diretto di sentire la forza che proviene dai nostri avi e da energie antiche (la mia bisnonna molte volte raggiungeva il capoluogo a piedi, e per lei era un viaggio questo, qualcosa di speciale e di non frequente). Viaggiare a piedi è una vera e propria rivoluzione. Non c’è modo migliore di vivere il presente se non camminando. Dovunque siamo.

#TakeWalksInPuglia

#TakeWalksInPuglia

Viaggiare a piedi poi non crea benessere solo a noi stessi. E’ una soluzione efficace, e di forte impatto, al turismo di massa, fenomeno non sempre felice, e mai in grado di produrre un giusto profitto economico per le comunità interessate.

E’ importante leggere e tradurre i dati raccolti dall’UNWTO. Si stima, infatti, che il turismo in generale arriverà entro il 2030 a 1,8 miliardi di turisti internazionali nel mondo. Il turismo sostenibile è, quindi, una strada obbligata e sempre più necessaria: l’unico modo per consentire il pianeta a “reggere” gli spostamenti di milioni di persone.

Tutto sarebbe più semplice se ognuno di noi fosse un po’ più consapevole durante i propri viaggi, e spostamenti.

#TakeWalksInPuglia

In realtà, poi, io non sono nemmeno un’esperta di turismo sostenibile. Anzi vi confesso una cosa: sono stanca e stufa in generale di parlare di turismo. Io vorrei solo tanti pellegrini e viandanti in giro per la Terra, e non più turisti.

Lo so. Sono un po’ folle. Nessuno può permettersi il lusso di fare vacanze molto lunghe, tanto da poter raggiungere un’altra nazione a piedi, senza prendere un aereo o mezzi di trasporto veloci. Ma una volta giunti a destinazione, lasciamoci andare all’unica forma vera di esplorazione: CAMMINIAMO quanto più possibile, e facciamo affidamento solo su i vostri piedi.

Eh ora vi mostro il mio ufficio 🙂

#TakeWalksInPuglia

Figo no?

Related Posts

TAKE WALKS IN NEVIANO – Dall’Ecomuseo del Paesaggio delle Serre Salentine alla Grotta delle Veneri...

“Il mio serafino di granito è un palo, è molto pesante: indica un posto, in modo quasi inamovibile....

“Carpignano Salentino e Serrano sono luoghi in cui aleggia una dimensione fantastica, a volte...

6 Comments
  1. Chi ben comincia è a metà dell’opera. E tu cominci bene, cara Luciana. Da amante dei viaggi a piedi, della natura, della Puglia, non posso che pensare bene di questo tuo progetto. Restiamo coi piedi per terra… muoviamoli in avanti… prima uno, poi l’altro. E camminiamo!

    • Grazie mia cara Giusy! Quando scrivo su questo blog mi capita spesso di pensare a te, e a tutto quello che condividiamo con le nostre passioni. Non vedo l’ora di continuare a camminare di nuovo insieme 🙂

  2. Sei grande!! Un grandissimo in bocca al lupo 🙂

  3. Il tuo progetto è straordinario e verrà sicuramente premiato, te lo meriti. Verrò a trovarti presto presso il tuo fantastico ufficio, mi piace tanto.

    • Gianfranco grazie per quello che dici. Non sai quanto è importante per me. A prestissimo e vieni a trovarmi nel mio ufficio 😉

Leave a Reply

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.